Quante soluzioni ha Inzaghi a centrocampo?

Una delle note più positive di questo Lazio-Marsiglia è notare quanti cambi ha effettuato a centrocampo Simone Inzaghi e come la prestazione della squadra sia stata comunque molto buona

Simone Inzaghi per la partita decisiva contro il Marsiglia ha rivoluzionato il centrocampo, fuori Lulic, Milinkovic Savic, Patric (titolari domenica) e dentro Berisha, Durmisi e Marusic senza dimenticare che erano già fuori per infortunio Lucas Leiva e Badelj e quindi come play basso giocava Danilo Cataldi alla sua seconda da titolare in stagione.

4 giocatori nuovi su 5 praticamente. Eppure il centrocampo della Lazio ha retto bene la spinta del Marsiglia riuscendo anche a gestire il pallone e trovare due volte la via della rete. Non solo, in molti saranno rimasti impressionati per la prova di Berisha e Cataldi, due giocatori che per motivi diversi quest’anno hanno visto poco il campo. Parliamo però di due giocatori, soprattutto Berisha, che possono veramente dare una spinta in più alla squadra. Senza dimenticare Murgia che quest’anno sta giocando meno del solito

LEGGI ANCHE  Lazio devi schierare i magnifici 4

L’importanza di Berisha

Mai come quest’anno Inzaghi ha tantissime opzioni a centrocampo e tutte molto valide, soprattutto fra i 3 centrali. Merito di un ottimo mercato di Igli Tare che anziché andare alla ricerca del grande nome che magari ti regala l’apertura del Corriere dello Sport ad agosto ma poi pochi punti durante l’anno, prende giocatori poco noti ma dall’avvenire brillante. Come il caso di Valon Berisha. Berisha ha giocato veramente poco quest’anno come ha fatto finora Badelj lo scorso anno capitano della Fiorentina. Nonostante gli infortuni Inzaghi ha quasi sempre avuto l’imbarazzo della scelta. Cosa che lo scorso anno la Lazio non aveva. Tare ha lavorato molto per migliorare il centrocampo e direi che ci è riuscito.

LEGGI ANCHE  Che peccato vedere Murgia e Cataldi ai margini

Ma anche il Tucu Correa che ha giocato poco più avanti ha impressionato. L’argentino si capisce subito che è in possesso di doti eccelse. Ha lo scatto fulminante e il dribbli secco che ricorda Felipe Anderson ma a differenza del brasiliano è più lucido sotto porta e i 3 goal messi a segno in questo inizio di stagione lo dimostrano.

Il problema a destra

Il tallone d’Achille per me resta la fascia destra dove Inzaghi ha solamente due opzioni: Marusic e Patric. Ci sarebbe anche Basta ma dopo le ultime prestazioni è stato escluso dalla lista della Serie A e non credo giocherà ancora in Europa League. Fortunamente sia Marusic che Patric sono saliti di condizioni e stanno fornendo buone prove, ma la domande è se possono garantire un livello alto per tutto il campionato.

LEGGI ANCHE  Calciomercato Lazio, cosa farà a gennaio?

Sulla sinistra invece Inzaghi ha tantissime opzioni. Non c’è solo Lulic ma anche Durmisi è una opzione in più in questo centrocampo della Lazio, senza dimenticare il ritorno di Lukaku attualmente però fuori dalla lista Europa League. Insomma Inzaghi ha veramente l’imbarazzo della scelta e si spera cosi non arriverà a maggio con i centrocampisti spremuti come lo scorso anno


Lascia un commento