Jony Rodriguez un acquisto sbagliato

Dopo solo 1 anno Jony Rodriguez lascia la Lazio, in realtà va via in prestito senza nessun obbligo di riscatto. Ma lascia Roma, dopo solo 1 anno. Tanto difficile, ricorderete, il suo acquisto quanto repentina la sua dipartita. La Lazio per strapparlo al Malaga ha fatto valere la clausola che lo liberava in caso di mancata promozione, il club spagnolo addirittura chiese alla FIFA di bloccare la cessione. Per questo Jony fu costretto a saltare le prime partite, e fu tesserato in seguito. 

BRYAN PEREA UNA METEORA NELLA LAZIO

Tutta questa fatica per niente verrebbe da dire. Jony non era adatto al 3-5-2 di Simone Inzaghi. Onestamente non ci voleva un genio per capirlo. Addirittura quando fu annunciato il suo acquisto ho pensato che Inzaghi volesse tornare al 4-3-3 infatti Jony era più un’ala che un centrocampista esterno. Purtroppo il tempo mi ha dato ragione, lo spagnolo nello schema di Inzaghi non ci azzeccava.

LEGGI ANCHE  Il punto sulla Serie A: Vola il Napoli

La domanda che sorge spontanea è perché comprare un giocatore che non aveva mai giocato nello schema di Inzaghi? Perché rischiare un colpo del genere anziché provare ad andare sul sicuro? Era un modo per risparmiare soldi? O Tare voleva stupire ancora con un colpo a sorpresa? Jony è stato messo in una situazione impossibile: giocare in un campionato nuovo in un ruolo completamente diverso dal solito. Difficile che potesse farcela. Soldi buttati, non tanto il costo del cartellino, ma lo stipendio del calciatore che quest’anno la Lazio è riuscita a sbolognare ad un’altra squadra ma chissà cosa succederà l’anno prossimo?

Quello che contesto in questo acquisto è il motivo. Tare era convinto che Jony potesse adattarsi ad un ruolo molto più difensivo di quello che ha sempre svolto. Perchè? Perché a 28 anni, non a 21, Jony doveva essere in grado di riciclarsi in un ruolo molto diverso dal suo? Va detta una cosa, lo spagnolo ci ha provato, si è impegnato tanto. Ricordiamo tutti con piacere il cross al 96 per Caicedo a Cagliari. Il giocatore aveva qualità, soprattutto sapeva crossare, ma non era in grado di difendere. Quante volte lo abbiamo visto arrancare in fase difensiva? Tante! 

LEGGI ANCHE  Denis Vavro e i problemi in difesa


Uno dei motivi per cui la Lazio dopo la ripresa ha fatto male è perché Inzaghi è stato costretto a farlo giocare titolare vista l’assenza di Lulic e i risultati si sono visti, purtroppo. Alla fine l’allenatore biancoceleste è stato costretto a spostare Marusic a sinistra per dare solidità alla squadra. 

Simone Inzaghi lo ha capito subito e per questo non lo ha quasi mai schierato titolare, se non costretto. Jony non è costato tanto, non è un errore alla Pastore per fare esempi, ma in una squadra come la Lazio, sempre molto parsimoniosa, Jony è un errore che può pesare. Dopo solo 1 anno mandarlo via è evidente che lo hanno capito tutti. Adesso Simone Inzaghi sulla sinistra dovrà affidarsi a Fares e Lukaku. Jordan Lukaku è un grande punto di domanda, è in grado di reggere un campionato?

LEGGI ANCHE  Salvate il soldato Wesley Hoedt

Lascia un commento

error

Ti piace il blog? Seguimi anche qui