Allenatori di colore in Premier League

Questa volta non parliamo di Lazio ma di qualcosa di diverso ma di molto importante. Molti sostengono che l’Italia non sia un paese multi etnico, che in Inghilterra ad esempio ci siamo una civiltà più aperta e accessibile. Questo è vero, ma fino ad un certo punto.

La scorsa settimane in Inghilterra c’è stata una grande discussione, infatti il giocatore di colore Wilfried Zaha ha annunciato che non si inginocchierà più ad inizio partita perché secondo lui questo gesto ha perso il suo valore. Inevitabilmente questo ha portato ad una serie di discussioni, alcune futili altre molto interessanti. Soprattutto perché ha dimostrato come un paese di facciata multirazziale in realtà non lo è veramente.

LEGGI ANCHE: ABRAHMOVIC IL PRESIDENTE IN ESILIO


Vi faccio un esempio che riguarda il mondo del Calcio. In Inghilterra, in Premier League ci sono tanti giocatori di colore, molti sono anche inglesi. Bene quando un calciatore, soprattutto se forte, si ritira spesso inizia la carriera da allenatore. Bene, quiz, quanti allenatori di colore ci sono stati in Premier League? 

Quanti allenatori di colore ci sono stati in Premier League?

9, solo 9. Non solo, adesso l’unico allenatore in Premier League di colore è Nuno Espirito Santo, quello dei Wolverempton. Allenatore portoghese, neanche inglese. Pensate che solo 9 allenatori di colore hanno allenato in Premier League, è chiaro che qualcosa non funzioni. Aggiungo un dato interessante, di questi 9 allenatori solo uno ha guidato un club di alto livello, Ruud Gullit che guidò il Chelsea. 


Tutti gli altri hanno avuto squadre di secondo piano. Paul Ince, che fu il primo capitano di colore della nazionale inglese, ha allenato “solamente” il Blackburn. Un po’ poco. L’Inghilterra paese che di facciata sempre multirazziale in realtà lo è fino ad un certo livello. Per giocare a calcio hai libero accesso, per allenare molto di meno. Pensate che in Serie A, nonostante da questo punto di vista siamo anni luce indietro, c’era un allenatore di colore, Fabio Liverani. 

Liverani che era considerato uno degli allenatori emergenti, e non ha mai avuto limitazioni per il colore della sua pelle. Liverani che è stato anche il primo giocatore di colore a giocare in Nazionale italiana.

In Inghilterra molto discutono di questo problema, la realtà è chiara, ma si farà veramente qualcosa?

Ti piacciono i contenuti di questo sito? Allora perchè non ti iscrivi in modo gratuito alla mia newsletter? Così ogni giorno troverai tutti le notizie più importanti della Lazio nella tua posta

Lascia un commento

error

Ti piace il blog? Seguimi anche qui