Tucu Correa

Joaquín Correa ha un potenziale enorme, ma ora lo deve dimostrare. Il Tucu può decidere le partite con la sua classe ma mai come quest’anno lo ha fatto troppo poco. Per assurdo Correa sta facendo bene in Champions League ma malissimo in campionato. E’ tempo di una scossa.

Il talento del Tucu Correa non si discute, lo vediamo in ogni partita, accelerazioni brucianti, tocco di palla splendido, purtroppo tutto questo talento incide troppo poco. Correa si accende e si spegne come il miglior Felipe Anderson. Quante volte abbiamo visto Correa voler entrare in porta con la palla? Quante volte abbiamo visto l’argentino riuscire nel primo dribbling in area di rigore e anziché tirare provare un secondo o un terzo e poi perdere palla prima di concludere.

Sembra che Correa non voglia segnare ma mostrare a tutti il suo talento. Ma alla Lazio servono i suoi gol. In Serie A ne ha fatti solo 2, per una seconda punta sono troppo pochi. In 17 partite non è un risultato accettabile. La Lazio ha bisogno dei gol di Correa per rialzarsi e l’argentino dovrebbe dimostrare di essere più cinico. Nessun discute il talento, ma la differenza la fa il killer instinct che Correa dimostra di non avere. A questo aggiungiamo che in Serie A ha fornito solo 2 assist. Anche li un numero non accettabile

A 26 anni il Tucu Correa deve dare una svolta alla sua carriera, se vuole essere un giocatore da Champions non bastano più fiammate, servono gol e assist. Quello che sta mancando alla Lazio. Dei fantastici quattro Correa è quello che sta tradendo. A 26 anni un calciatore raggiunge la maturazione, da lampi di talento arriva la continuità quella che purtroppo Correa non sta avendo.

Quello che pesa sono soprattutto le sue decisioni sotto porta, quante volte arriva in area e anziché tirare tenta l’ennesimo dribbling? Arrivato per sostituire Felipe Anderson, Joaquín Correa si sta dimostrando una copia del brasiliano, grandissimo talento ma poco lucido sotto porta. La più grande differenza è che mentre Felipetto nella grandi partite tendeva a sparire Correa riesce ad incidere in alcuni big match. 

Ma quest’anno i gol e gli assist se escludiamo la champions sono mancati. C’è tempo per raddrizzare la stagione, ma la Lazio dovrebbe iniziare a riflettere. Se la stagione dovesse finire così forse sarebbe il caso di vendere l’argentino e andare su una seconda punta più forte sotto porta. Uno che garantisce 10 goal a stagione. Con la Lazio solo lo scorso anno, unendo tutte le competizioni è arrivato in doppia cifra, troppo poco. Valutato 30 milioni di euro, forse la cessione potrebbe essere la soluzione migliore per la Lazio. Con quella cifra si potrebbe andare a prendere una buona seconda punta.

Ti piacciono i contenuti di questo sito? Allora perchè non ti iscrivi in modo gratuito alla mia newsletter? Così ogni giorno troverai tutti le notizie più importanti della Lazio nella tua posta

Lascia un commento

error

Ti piace il blog? Seguimi anche qui