Anteprima Milan-Lazio

Milan-Lazio è quasi una partita maledetta. Negli ultimi 32 anni la Lazio ha vinto appena 2 volte in campionato, una cosa incredibile. Neanche la Lazio di Sergio Cragnotti riuscì a vincere a San Siro in campionato. Ogni volta succede qualcosa, un errore clamoroso, un euro goal, una svista arbitrale, una serie di infortuni, sempre qualcosa che condanni la Lazio.

Questo è il motivo per cui Milan-Lazio è sempre una partita complicata per i biancocelesti e questa maledizione è uno dei pericoli principali di questa partita. Il Milan è una buona squadra e in più il destino, in campionato lo aiuta sempre. Milan-Lazio per qualcuno rappresenta anche il primo vero test della Lazio di Maurizio Sarri, io non sono d’accordo, l’Empoli era già un test importante. Sicuramente il Milan è una squadra più forte dell’Empoli ma l’organizzazione di gioco dei toscani è notevole.

Dove può vincere il Milan

Cosa mi spaventa di più di questa partita oltre la maledizione? Il Milan sono due le cose che devono far preoccupare la Lazio. La prima è ovviamente il ritorno di Zlatan Ibrahimovic. Neanche il tempo di sorridere per l’assenza di Olivier Giroud che aveva iniziato il campionato alla grande che il Milan ha annunciato il ritorno di Zlatan. Un altro che con la Lazio segna spesso. Un altro giocatore che può essere determinante, magari non più in una intera stagione ma nella partita secca sicuramente si. In più avrà voglia di dimostrare di essere tornato a grandi livelli e di essere ancora un top player. Per fortuna dovrebbe rientrare Luiz Felipe in difesa. Ma basterà?

A Zlatan aggiungiamo la velocità degli altri giocatori offensivi del Milan, Leao e Diaz se giocheranno metteranno in grande apprensione la difesa laziale. Leiva dovrà fare un grandissimo lavoro in fase di copertura. La Lazio dovrà cercare di non scoprirsi troppo e di non concedere contropiede come successo con Empoli e Lo Spezia. Sarà fondamentale per la Lazio non ripetere le stesse amnesie commesse nelle prime due partite di campionato. Partire subito sotto di un goal contro il Milan sarebbe un danno enorme, non è detto che la Lazio riesca sempre a ribaltare il risultato.

Dove può vincere la Lazio

Se il reparto offensivo del Milan mi preoccupa altrettanto devono fare i rossoneri con quello della Lazio. Luis Alberto può essere l’uomo chiave per innescare gli attaccanti biancocelesti. Felipe Anderson e Pedro (se giocherà) vorranno dimostrare di essere decisivi anche contro squadre importanti in uno stadio importante. Loro possono essere l’ago della bilancia della partita. Se gli esterni alti della Lazio non permetteranno ai terzini del Milan di alzarsi e anzi obbligheranno gli esterni alti del Milan a retrocedere la Lazio potrebbe dominare il centrocampo. 

Come la Lazio non deve concedere spazio al Milan altrettanto deve fare la squadra di Pioli, un errore potrebbe essere fatale. In più confido sulla voglia di riscatto di Ciro Immobile. Riscatto è una parola forte ma sono convinto che Immobile voglia segnare a San Siro per dimostrare a chi ha il coraggio di criticarlo in Nazionale di quanto si sbagli. 

La Lazio andrà a Milano a fare la partita, come vuole Maurizio Sarri, ma dovrà stare attenta a non concedere troppo spazio ai rossoneri.  Sarà un test importante per valutare i progressi della Lazio e per vedere se anche la difesa ha assimilato quei movimenti richiesti da Sarri che nelle partite precedenti la Lazio ha spesso sbagliato.

Più che il risultato per la Lazio sarà importante vedere i progressi nel gioco. Ovvio che speriamo in un risultato positivo ma forse questa sfida arriva troppo presto per la Lazio di Sarri per avere certezze importanti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.