Binance vietata in Italia? Ecco la verità

Ieri è arrivata una notizia che ha sconvolto il mondo dello sport italiano, la Lazio ha firmato con Binance che diventa il nuovo main sponsor della squadra biancoceleste. Binance è l’exchange di cryptovalute più grande del mondo. Onestamente non mi sarei aspettato una cosa del genere per la Lazio. Come succede spesso, quando c’è una bella notizia per la Lazio dall’altra parte qualcuno rosica, e rosica di brutto alla faccia di “Noi a voi non pensiamo mai”.

Bene ieri vari siti fra cui il sito www.siamolaroma.it e tanti altri siti e giornalisti della Roma si sono scoperti garanti della giustizia ed esperti di Cryptovalute. In particolare agli “esperti” romanisti la mossa della Lazio non è andata giù assolutamente. Anche perché mentre la Roma ha come partner Socios la Lazio ha raggiunto un accordo con Binance per lanciare il proprio Fan Token. Socios è una società che ha una propria, piccola, cryptovaluta, Binance è l’exchange numero 1 nel mondo. Tanto per farvi capire Binance Coin, perché Binance ha anche la propria cryptovaluta è la terza più grande del mondo Chiliz che è quella su cui si basa il fan token di Socios è 62ma.

Quindi purtroppo i fegati sono scoppiati ieri sera all’annuncio. Qualcuno preso dal rosicamento è andato su google per cercare qualsiasi problema con Binance. Avendo lavorato nelle Cryptvalute vi assicuro che di problemi ce ne sono tanti, i governi non vedono di buon occhio le cryptovalute e negli anni hanno provato a regolamentarli, per questo vi sconsiglio vivamente di investire nelle cryptovalute se non siete esperti o sapete la materia, ma questo consiglio onestamente vale anche per gli investimenti in borsa o in generale.

Ma torniamo a noi, il romanista ha cercato su google problemi di Binance e ha gioito perché ha trovato addirittura un richiamo della Consob. Il problema è che bisogna conoscere la materia, e molti non la conoscono. La Consob lo scorso 15 luglio ha inviato questa notifica “La Consob avverte i risparmiatori che le Società del “Gruppo Binance” non sono autorizzate a prestare servizi e attività di investimento in Italia, nemmeno tramite il sito www.binance.com le cui sezioni denominate “derivatives” e “Stock Token”.

E qui i tifosi della Roma (e i giornalisti romanisti) sono impazziti di gioia. Perché per loro questo significava che Binance non potesse operare in Italia. O secondo alcuni vietata in Italia. Peccato che non sia così, bastava studiare un pochino, ma non tutti hanno tempo o voglia di farlo. Infatti la Consob, come ha fatto anche la Germania e l’Inghilterra, hanno vietato l’uso di  Derivati e alle Stock Token: due prodotti finanziari effettivamente regolamentati dalla Consob e per i quali Binance non ha alcuna autorizzazione.

I derivati esistono anche in Borsa, quindi forse sapete di cosa parlo, per quanto riguarda i Sotck Token, Binance permette di fare trading su dei token che seguono l’andamento del prezzo di alcune società quotate nei mercati azionari. Questi sono i due prodotti vietati in Italia. Ma Binance ha deciso di vietare questi prodotti in Europa, non solo in Italia il 30 luglio scorso. Quindi attualmente questi servizi non sono offerti più in Europa. 

La Consob non ha posto alcun divieto in Italia su Binance, anche perché non potrebbe, e l’exchange numero 1 al mondo può tranquillamente operare in Italia e quindi sponsorizzare la Lazio. Qualcuno purtroppo dovrà accettare questo fatto, ma ripeto Binance è assolutamente in regola e può tranquillamente operare in Italia. Detto questo ripeto, non investite in Cryptovalute se non le conoscete e non conoscete come funziona come in tutti gli investimenti rischiate di perdere tanti soldi, ma a questo aggiungerei, non scrivete sulle cryptovalute se non ne sapete un cavolo, rischiate di fare brutte figure come molti giornalisti della Roma… 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *