Chi sarà il play di Sarri?

Una delle domande più importanti a riguardo della Lazio di Maurizio Sarri è chi sarà il playmaker della nuova Lazio? Nel 4-3-3 di Maurizio Sarri uno dei ruoli chiave sarà il playmaker davanti alla difesa. Chi giocherà in questa nuova posizione?

Nella Lazio di Simone Inzaghi il giocatore davanti alla difesa aveva la funzione di mediano ed era il ruolo di Lucas Leiva. Ma con Maurizio Sarri il centrocampista davanti alla difesa avrà un ruolo diverso, sarà un vero play non solo un distruttore di gioco. Chi può ricoprire quel ruolo?

Lucas Leiva era il titolare con Simone Inzaghi ma può farlo anche con Maurizio Sarri? Il problema è che Leiva è bravissimo a distruggere il gioco ma meno a costruirlo. Bravo a verticalizzare Leiva però non è molto bravo a far girare palla. Per questo credo non possa ricoprire questo ruolo con Maurizio Sarri a meno che il tecnico non cambi leggermente le funzioni del play.

Luis Alberto è una opzione interessante. Lo spagnolo con Simone Inzaghi ha imparato a difendere e giocare nel ruolo di regista. Può arretrare ancora un po’ e giocare da play? Sembra una soluzione intrigante e molto affascinante. Sono convinto che Maurizio Sarri ci penserà ad una soluzione del genere ma c’è il rischio che Luis Alberto tenda a coprire poco il reparto difensivo e concedere troppi contropiedi. Luis Alberto potrebbe giocare trequartisti anzichè play davanti alla difesa.

La Lazio ha altre opzioni per quel ruolo? Si due, Cataldi ed Escalante. Escalante è arrivato lo scorso anno per fare la riserva di Lucas Leiva. L’argentino non partiva mediano ma interno di centrocampo e si è adattato ad un ruolo non suo. Per questo potrebbe essere una soluzione interessante. Il problema è che Escalante non ha convinto pienamente. Soprattutto gli infortuni lo hanno limitato molto in questo primo anno alla Lazio. Escalante ha giocato poco per darci la certezza di poter ricoprire quel ruolo. Forse è più bravo a far girare palla di Lucas Leiva ma meno leader in campo.

La quarta e ultima soluzione è Danilo Cataldi. L’italiano due anni fa aveva fatto una stagione molto convincente. Danilo nato come interno di centrocampo con Inzaghi si è riciclato come mediano. Cataldi è più regista di Escalante ma non sempre è molto disciplinato tatticamente. Cataldi potrebbe essere una soluzione interessante perchè secondo me ha le caratteristiche per ricoprire quel ruolo, ma le qualità sono sufficienti per una squadre che vuole lottare per la Champions League? Bisogna purtroppo sottolineare come Cataldi sia stato spesso fuori per infortunio nelle ultime 2 stagioni e quindi non rappresenta la garanzia che tutti noi cerchiamo per quel ruolo chiave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.