Lazio-Sturm Graz 2-2 analisi del giorno dopo

La Lazio esce con un pareggio dalla sfida di Europa League contro lo Sturm Graz. Un pareggio che sta strettissimo alla Lazio, un pareggio condizionato da un pessimo arbitraggio. L’arbitro  Sascha Stegemann si è dimostrato assolutamente non all’altezza della situazione e la sua direzione di gara ha favorito gli austriaci venuti a Roma solo a picchiare e fare innervosire la Lazio.

L’espulsione di Manuel Lazzari è abbastanza ridicola ma anche il fatto di come l’arbitro abbia consentito ai giocatori dello Sturm di provare e fare falli senza venire ammoniti ha condizionato il match. Un vero peccato visto che la Lazio stava gestendo la partita trovando il vantaggio con Immobile. In inferiorità numerica le cose sono cambiate e la squadra di Sarri ha fatto fatica.

Purtroppo Toma Basic non ha convinto a pieno, la sua prova è stata sufficiente ma niente di incredibile mentre ad esempio l’ingresso di Vecino ha dato ordine e soluzioni offensive alla Lazio. Dispiace perchè questi 3 punti sarebbero stato importanti, dispiace perchè la Lazio ha giocato meglio e anche in inferiorità numerica ha creato di più degli avversari.

Dispiace perche  Sascha Stegemann arbitrerà ancora in Europa, se pensate che infatti dopo questo disastro verrà fermato non conoscete la UEFA. La cosa positiva è che la Lazio ha ancora il destino in mano, vincere le prossime due partite significa chiudere il girone primo in classifica. Sarri lo ha detto, questo resta il nostro obiettivo.

La qualificazione è ancora a portata, dispiace perchè vincere ieri sarebbe stato un balzo in avanti importante.

Per i veri Laziali

Non perderti questi articoli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *