Lazio, turnover male necessario || Editoriale Lazio

Non avremo mai la riprova ma secondo me uno dei motivi perché la Lazio ha giocato così male contro il Napoli è perché Maurizio Sarri ha schierato la stessa formazione che era scesa in campo contro la Sampdoria mercoledì scorso. Spalletti invece nel turno infrasettimanale aveva fatto ampio turnover e poi schierato i titolari contro la Lazio.

Maurizio Sarri dopo la partita contro il Napoli ha detto che non ha fatto turnover per dare una identità alla squadra. Questa è una frase che mi preoccupa, ma torniamo alle rotazioni. Io credo che nel calcio moderno fare turnover sia necessario, se volete un male necessario ma obbligatorio. Si gioca ogni 3 giorni, e la stagione è una maratona, conta poco volare adesso se poi a febbraio sei con il fiatone. Bisogna portare tutta la rosa a fine stagione in forma. 

Per questo devi iniziare a ruotare i giocatori. Il turnover porta con se soprattutto 2 controindicazioni. La prima è la confusione, schierando ogni volta una formazione diversa, i giocatori non hanno feeling, perché non si ritrovano gli stessi compagni dell’altra partita. Ad inizio del match ci può stare un po’ di confusione e in generale il gioco non sarà fluido. L’altro pericolo è la qualità.

Ovviamente alcune squadre più ricche possono fare turnover senza perdere talento, ma le squadre del campionato italiano non hanno questa profondità, se esce un titolare non sempre la riserva è all’altezza. Ma se non fai risposare i titolari, poi ti ritrovi con il tuo giocatore migliore a pezzi nel momento chiave della stagione. Per questo, nonostante le controindicazioni, sono favorevole al turnover. Fatto ovviamente con intelligenza, non puoi schierare 11 nuovi giocatori, ne devi ruotare al massimo 5 o 6. Ma devi farli girare.

Questa è la mia critica a Maurizio Sarri. Contro la Sampdoria mi aspettavo una turnazione importante, non solo Luis Alberto, io volevo anche qualche altra pedina in campo. Ma non è successo. Ecco giovedì contro il Feyenoord mi aspetto dei cambi. Non dico di cambiare sette undicesimi, ma di ruotare. Credo che Maximiano giocherà in porta e magari Casale farà il suo esordio. Anche a centrocampo farei partire Marcos Antonio. 

Davanti proverei a fare riposare Ciro Immobile che mi è apparso molto stanco anche se, come sappiamo non c’è un vero vice Immobile. E’ anche vero che con 5 cambi puoi ruotare con meno paura, se le cose vanno male fai entrare 5 titolari per “recuperare” la partita. Ma considerando che da qui alla pausa si giocherà ogni 3 giorni Sarri deve alternare i giocatori. Senza dimenticare che si può fare turnover anche in campionato.

Domenica c’è il Verona in casa, anche li si potrebbe ruotare leggermente. Inoltre credo che mai come questa’anno Sarri abbia una rosa più profonda. E’ vero manca il vice Immobile o sarà Matte Cancellieri? Ma a parte questo a centrocampo ha tante scelte e anche in difesa ha varie opzioni. Insomma quest’anno il turnover in casa Lazio si può fare. Certo non è che se esce Milinkovic hai un giocatore al suo livello, ma puoi fare riposare il Sergente nelle partite più facili dove pensi di poter vincere anche senza di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.