Luis Alberto è un problema

Luis Alberto è un problema per questa Lazio? Un giocatore così talentuoso può essere un giocatore scomodo anzichè una risorsa per la squadra? Forse si per questa Lazio di Maurizio Sarri.

Luis Alberto è stato fenomenale contro l’Inter, è entrato in campo nel secondo tempo, ha fatto un euro goal, ha recuperato il pallone per il terzo gol. Insomma è stato letale. Tanto da meritarsi, dopo 3 panchina la prima da titolare contro la Sampdoria. E li sono iniziati i problemi. Contro la Samp, onestamente pensavo che Luis Alberto potesse essere decisivo. Invece non è stato così. Anzi, lo spagnolo ha portato a termine la sua prova peggiore.

Infatti ero convinto che contro il Napoli non sarebbe partito titolare e invece a sorpresa, per me, Luis Alberto era fra i titolari. Sarri ha spiegato di aver scelto lo spagnolo per “paura del palleggio del Napoli”. Ma in realtà questa scelta ha aiutato il palleggio del Napoli. Luis è stato sempre fuori posizione e non ha mai impostato il gioco. Lui che è devastante vicino alla porta avversaria non ha mai toccato palla. In fase difensiva ha provato ma non è sicuramente il suo forte.

Infatti con lui in campo la Lazio ha sofferto tantissimo, una volta uscito la Lazio ha trovato l’equilibrio. E questo è il problema, senza Luis la Lazio ha un equilibrio a centrocampo, con il Mago no. Rinunciare al suo talento è difficile ma sembra sia obbligatorio. Per questo questa estate Sarri spingeva per Ilic. Sarri non è un pazzo, sa che Luis Alberto ha più talento, ma Ilic garantisce quel equilibrio che Luis Alberto non può fare. Il centrocampista del Verona sa fare le due fasi, offensive e difensiva, ovviamente non ha il tocco magico di Luis Alberto, ma non crea scompensi alla Lazio.

Per questo Sarri era disposto a rinunciare al Mago. Ma le cose non sono andate come sperava Sarri e adesso Luis Alberto è sempre in rosa. Al momento mi sembra evidente che per la Lazio lo spagnolo sia un lusso. Un giocatore che può entrare nel secondo tempo e decidere le partite, ma non può giocare titolare. Almeno non con Milinkovic Savic. Per questo Sarri deve trovare delle soluzioni per far coesistere i due, ma al momento è impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.