Per quale squadra tifava Iosif Stalin?Per quale squadra tifava Iosif Stalin?

Dopo aver parlato di Mussolini e Hitler dobbiamo ora parlare di un altro dittatore dell’ultimo millennio. Per quale squadra tifava Iosif Stalin?

Iosif Vissarionovič Džugašvili, meglio conosciuto come Stalin, è una delle figure più complesse e controverse della storia del XX secolo. Governante dell’Unione Sovietica dal 3 aprile 1922 fino al suo decesso il 5 marzo 1953, Stalin ha lasciato un’impronta indelebile nella storia, non solo per le sue politiche e il suo regime, ma anche per gli aspetti più personali e meno conosciuti della sua vita, come le sue presunte preferenze sportive.

Leggi anche Per quale squadra tifava Adolf Hitler?

Nel contesto sportivo moscovita e sovietico dell’epoca, diverse squadre emergevano come rappresentanti delle varie autorità statali dell’URSS. Tra queste, il CSKA Mosca era legato all’Armata Rossa, la Lokomotiv al Ministero dei Trasporti, e la Torpedo alla Zavod Imeni Lichačëva, principale casa costruttrice di automobili del paese. La più antica tra queste, però, era la Dinamo Mosca, fondata nel 1887 e divenuta, dopo la Rivoluzione d’Ottobre, il simbolo della Čeka, la polizia segreta nazionale.

Per quale squadra tifava Iosif Stalin? Dinamo Mosca o CSKA?

La Dinamo Mosca, con il suo legame profondo con le forze dell’ordine e la sicurezza dello stato, rappresentava non solo un club sportivo, ma anche un simbolo di potere e controllo. Non sorprende, quindi, che figure di spicco del panorama politico sovietico, come Vladimir Lenin e successivamente Stalin, fossero associate a questa squadra. La preferenza di Stalin per la Dinamo, tuttavia, non era dettata da un desiderio di autopromozione, ma emergeva da una vera passione per il club e lo sport, influenzata anche dalle relazioni personali all’interno della cerchia di potere sovietica.

Iscriviti al mio canale Youtube

Lavrentij Berija, capo della polizia segreta sovietica e stretto collaboratore di Stalin, ebbe un ruolo cruciale nell’avvicinare ulteriormente Stalin alla Dinamo. La loro amicizia e l’intersezione tra politica, sicurezza dello stato e sport evidenziano come il calcio, e lo sport in generale, fossero intrecciati con le dinamiche di potere all’interno dell’URSS.

Questo articolo intende esplorare la complessità delle relazioni tra potere politico e sport, evidenziando come la Dinamo Mosca sia diventata un simbolo di questa interconnessione. La passione di Stalin per la squadra rivela non solo un aspetto personale del suo carattere, ma anche come il calcio potesse fungere da strumento di legittimazione e consolidamento del potere all’interno della complessa struttura statale sovietica.

In conclusione, la storia delle preferenze sportive di Stalin è un affascinante esempio di come sport e politica possano intrecciarsi, riflettendo le complessità di un’epoca caratterizzata da profondi cambiamenti sociali, politici e culturali. La Dinamo Mosca, con il suo legame storico con la polizia segreta e le figure di spicco della Rivoluzione Russa e del regime sovietico, rimane un simbolo di questo intreccio, testimoniando la multifaceticità della storia sovietica.

Ogni giorno ti invierò una email con tutte gli articoli del blog. Completamente gratis! Che aspetti, iscriviti!

Non perderti questi articoli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *