Una Lazio da Paura

La Lazio aveva uno scontro complicato contro un Torino ferito, quest'anno mai la Lazio aveva vinto 2 partite di seguito e finalmente la maledizione è stata spezzata. La Lazio ha vinto infilando un'altra prova convincente, meglio che contro la Fiorentina ma probabilmente perchè davanti aveva una squadra inferiore ai Viola. Bene Cataldi schierato finalmente da titolare ha diretto il centrocampo sfiorando anche il goal. Ma bene anche Patric, schierato a sorpresa,  di nuovo nella difesa a 3. Lo spagnolo ha giocato meglio che a Firenze, dove comunque aveva fatto il suo. Benissimo Luis Alberto, lo spagnolo che lo scorso anno raramente si era espresso così, è il faro di questa squadra, il regista che detta i tempi e lancia gli attaccanti. Un

Il vero problema della Lazio

Questo sarà un articolo diverso dal solito post partita. Ma è doveroso. Il Laziale si lamenta spesso alla Lazio manca carattere, alla Lazio manca un attaccante. Ma forse il problema vero è che alla Lazio mancano i tifosi. Contro il Rennes, partita importantissima per l’Europa League, lo stadio Olimpico era deserto, contro il Torino in Serie A stessa cosa. Solo 3 mila biglietti venduti, uno scandalo! “Eh ma io non do i soldi a Lotito” diranno i soliti, no, tu i soldi al massimo li dai alla Lazio. Lotito non puoi usarlo come scusa questa volta. E poi io andavo allo stadio quando il presidente era Calleri e la Lazio non si qualificava neanche per la UEFA, adesso lotti per la

Lazio-Torino 4-0 grandissima prestazione

La Lazio doveva superare la prova del 9 vincere due partite consecutive. Contro il Torino, ferito, non era facile, ci voleva una grande squadra, e la Lazio per una notte ha giocato da grande squadra. La Lazio ha dominato la partita grazie ai suoi interpreti più forti, Luis Alberto e Milinkovic Savic che hanno preso il controllo del centrocampo e non dato mai via libera al Toro. Aiutati in questo da un ottimo Danilo Cataldi finalmente titolare che non ha fatto rimpiangere Lucas Leiva. Davanti Ciro Immobile è in forma mostruosa e lo ha dimostrato con una doppietta che ha chiuso la partita. E che dire del goal di Acerbi da 30 metri? Nulla, semplicemente ci ha lasciati a bocca aperta, come

Le mie osservazioni su Lazio-Torino

Milinkovic Savic è il centrocampista moderno

Avendo già parlato della direzione di Irrati qui, in questo articolo parlerò del resto di Lazio-Torino. Ovviamente la direzione di gara ha indirizzato la partita ma ci sono altre analisi che si possono fare sul match. Ecco le mie Luis Alberto è tornato e non è un caso che la Lazio sia tornata a macinare gioco. Lo spagnolo inventa (incredibili l’assist di spalla ad Immobile) e ricamare calcio. Risolti i problemi fisici il 2019 per lo spagnolo sembra molto promettenteInsieme a Luis Alberto è tornato Milinkovic Savic. Non solo un goal pazzesco ma partita di qualità in un ruolo che secondo me lo penalizza. Giocatore fondamentale per questa squadra. Sono convinto che la fiducia che sta ritrovano lo aiuterà a giocare

Irrati condiziona la partita della Lazio

Può un arbitro risultare determinante in una partita di calcio? La risposta purtroppo è affermativa. Irrati, lo stesso che lo scorso anno era al VAR per Lazio-Torino ha diretto in modo imbarazzate l’arbitro sbagliando sempre contro la Lazio. Purtroppo la corsa verso la Champions per la Lazio è stata penalizzata da una direzione arbitrale al limite del ridicolo, ancora una volta durante un Lazio-Torino. Irrati con una serie di errori incredibili ha danneggiato fortemente la Lazio. Soprattutto quello che non riesco a capire è il metro di giudizio dell’arbitro. Se il contatto su Belotti di Marusic che è stato definito leggero dall’ex arbitro Luca Marelli, viene visto come fallo da rigore allora il contatto nel secondo tempo fra Maitè e Acerbi è evidentemente rigore.